Bitcoin o Bitcoin Cash?

Oggi voglio fare una riflessione con te sulla scelta di Bitcoin o Bitcoin Cash, ovverosia: “Sono meglio le criptovalute originali, storiche, come Bitcoin, oppure quelle nate dai fork come Bitcoin cash?

Molte persone, essendo subentrate in ritardo sulle impennate di Bitcoin o Ethereum, per citare le più famose, magari vanno a cercare altre opportunità che possono essere altcoin più o meno famose, o magari vanno a vedere all’interno dei fork, cioè i progetti di spaccatura all’interno di una criptovaluta.

La nascita di Bitcoin Cash

Un esempio è stato Bitcoin con la nascita di Bitcoin Cash e Bitcoin Gold che ha avuto però, meno successo.

Bitcoin cash è stata quella un po’ più famosa, creata nell’Agosto del 2017, quando un gruppo di mining di Bitcoin hanno annunciato che avrebbero fondato una nuova criptovaluta che avrebbe reso il trading più veloce e più facile, portando quindi dei miglioramenti.

Perché è ben noto che la registrazione delle transazioni sulla Blockchain di Bitcoin è lenta, con 8,10 transazioni registrate ogni secondo.

Bitcoin cash, invece, è progettata per funzionare molto più velocemente. Permette di registrare molte più operazioni ad un ritmo più rapido di Bitcoin.

C’è una dichiarazione di Thomas Lee, un’analista di Fundstrat, che ha affermato che le criptovalute nate da un fork potrebbero rivelarsi un buon investimento, in quanto i token con fork hanno sovraperformto il Bitcoin del 4,8% dal picco degli altcoin.

Quindi potrebbe diventare interessante investire in Bitcoin cash, e anche più conveniente, rispetto alle altre altcoin. Tra l’altro qualcuno potrebbe pensare a Bitcoin private, ovvero una cripto nata da un doppio fork, cioè sorgerà da due diverse Blockchain, Bitcoin e Zclassic.

La nascita di una criptovaluta da un doppio fork

Ci sono tanti progetti interessanti che possono arrivare.

Infatti Bitcoin private, questo co-fork arriverà il 28 febbraio, mentre a marzo sono in programma 3 fork da tener d’occhio.

Il primo di marzo il fork su Ripple, con una valuta chiamata Omologie.

Il 5 marzo Callisto, nata da Ethereum Classic, quindi un fork dentro un fork.

Il 14 marzo Monero V da Monero.

Quindi un calendario fitto con tante occasioni.

Occasioni perché?

Perché molti possono pensare che sia più conveniente puntare su una criptovaluta che deve ancora esplodere, rispetto a sperare in una decrescita di Bitcoin, con la possibilità, come adesso, di ricomprarlo a prezzi bassi, e di poter tornare in alto.

 

GRUPPO FACEBOOK CRIPTOVALUTE

ISCRIVITI GRATIS AL GRUPPO FACEBOOK RISERVATO AL MONDO DELLE CRIPTOVALUTE: RIMANI AGGIORNATO CON TANTISSIME NEWS, IMPARA AD INVESTIRE NELLE CRIPTOVALUTE, ACCEDI A WEBINAR FORMATIVI SULLE CRIPTOMONETE.

ACCEDI ORAAl Gruppo Facebook Sulle Criptovalute

 

Quindi, Bitcoin o Bitcoin Cash?

Non sono tutte rose e fiori su Bitcoin cash.

Poco tempo fa, notizia abbastanza recente, le transazioni sulla rete hanno avuto difficoltà quando sono arrivate in numero elevato. E questa difficoltà va in contrasto con le carte di credito che possono generare circa 50 transazioni al secondo su scala globale, mentre il sistema dato dalla criptovaluta può gestirne solo 7.

Critiche, costruttive, mosse dallo stesso Microsoft, anche se il progetto di Bitcoin cash è ancora in sviluppo. Quindi, come vedi, le criptovalute nate dai fork non sono più sicure o hanno prospettive certe per far meglio.

Analisi tecnica di Bitcoin e Bitcoin Cash

Per quello che riguarda l'analisi grafica, mettendo in confronto Bitcoin cash e Bitcoin, puoi che Bitcoin adesso ha faticato a mantenere i 10.000$, infatti è sceso a 9500$ e adesso sta consolidando.

Prendendo lo storico sul Daily, vedi come ci sia stato un grosso picco e poi la discesa, e molti adesso sono in preda a dubbi, in quanto, innanzitutto chi prima già si è scottato comprando sui massimi, si è poi travato a vedere il valore ridotto drasticamente, quasi del 50%.

Chi ha tentato di comprare su questi livelli attuali, adesso vede ancora una sorta di debolezza.

Quindi sicuramente ci sono parecchi dubbi, nonostante Bitcoin rimanga il punto di riferimento delle criptovalute.

Quello che secondo me è interessante nel 2018, è vedere come Bitcoin rimarrà un punto di riferimento, ma darà il via a una maggior valorizzazione di altri progetti interessanti.

Fra questi ci possono essere le altcoin di progetti nuovi abbinati ai social, abbinati ad altre piattaforme o ad altre Blockchain, e poi ci sono i fork.

Bitcoin Cash

Bitcoin cash che è arrivato chiudere sopra i 3000$, a 3700$, toccando un massimo a 4000$. Ha dimostrato di comportarsi in maniera quasi identica a Bitcoin. Ha sentito il valore di 1500$ come un valore importante e fatica a riportarsi sopra.

Sicuramente ti starai chiedendo:

È più interessante puntare su un fork rispetto ad una criptovaluta originale?

Secondo me è difficile dare una risposta, però, se i presupposti, analizzando quello che avviene all’interno di un progetto, cosa propongono gli sviluppatori, cosa può essere migliorato, le potenzialità di una criptovaluta nata dai fork sono sicuramente tante.

Secondo me, Bitcoin cash, che comunque rimane una criptovaluta che al momento ha fatto un po’ meno delle aspettative, resta però ben avviata a poter raggiungere livelli importanti come ha fatto il Bitcoin.

Quindi il Bitcoin cash la terrei in considerazione, dopodichè, in un progetto, è importantissimo vedere quando ci sono dei test, come all’interno di circuiti di pagamento, come si comporterà.

E non mi farei condizionare dal momento generale di adesso delle criptovalute, con una capitalizzazione di mercato più bassa, una serie di movimenti di correzione generale, e una fase, tutto sommato, di lateralità. Questo non deve confondere.

Una cripto nata da un fork vs una cripto originale

Se il discorso è confrontare una cripto nata da un fork con una cripto originale, è importante capire proprio il confronto fra le due, e vedere anche i movimenti in una situazione di mercato come adesso, in cui magari sono altre altcoin a offrire prestazioni migliori, e magari si potrà vedere, invece, un Bitcoin cash che non approfitta della situazione, non mostra niente che può cambiare la situazione.

E questo mostra come non ci sia, in realtà, una grossa differenza tra le due. O meglio, Bitcoin ha comunque saputo arrivare ad un certo livello, che per ora Bitcoin cash non sa fare.

A mio avviso i fork sono tutti da seguire, è chiaro che di base, è importante capire il progetto e gli sviluppatori che ci sono dietro. Questa è una base fondamentale per le cripto che nascono dai fork. Perché se proponi qualcosa che va a migliorare l’idea originale, o a proporre qualcosa di nuovo, deve comunque avere dei riscontri importanti.

Per cui, a mio avviso, sono aspetti da tenere in considerazione.

Ti auguro Buon Trading

Giampiero Micheli

TU, COSA NE PENSI DI BITCOIN CASH?

Mi farebbe piacere se mi lasciassi qui sotto un commento o un like in modo da sapere se i contenuti che pubblico sono di tuo gradimento, oppure condividere l'articolo con i tasti qui in basso, con i tuoi amici e colleghi.

Qui sotto trovi tutti i miei contatti social e se vuoi scrivermi puoi farlo a: [email protected]

 


Leave a Reply

Your email address will not be published.